Forfora e desquamazione del cuoio capelluto

Forfora Cause

Forfora e desquamazione del cuoio capelluto

Forfora cause principali

La forfora è il prodotto di una condizione di anomalia nella quale può versare la cute dei capelli di persone di ogni età. Si manifesta con una intensa e spesso evidente desquamazione dello strato epidermico corneo del cuoio capelluto e con la conseguente comparsa di più o meno voluminose scaglie biancastre o giallastre che provocano un indesiderato effetto antiestetico.

Crea in molti casi disagio psicologico, incidendo in maniera negativa sull’autostima della persona.

Sebbene la cattiva igiene sia un’abitudine annoverabile tra le possibili cause del problema, di regola, sono fattori maggiormente determinanti nella produzione della forfora un ricambio cellulare a livello del cuoio capelluto più accelerato del normale, oltre che una presenza di sebo eccessiva ed eventualmente dovuta all’insorgenza di condizioni patologiche come la dermatite seborroica.

Parlando dei fattori scatenanti del fenomeno, però, non è opportuno generalizzare troppo: esistono infatti differenti tipologie di forfora, ad ognuna delle quali, solitamente, sono associate altrettante categorie diverse di cause, oltre che di sintomatologie.

Tipologie di forfora e fattori determinanti

Innanzitutto, occorre distinguere tra la forfora secca (che è sovente connessa a cute del cuoio capelluto disidratata ed è favorita nei periodi invernali e di stress) e la forfora grassa (che, oltre a produrre un effetto ulteriormente sgradevole con le sue squame più spesse e di colore giallastro, rende i capelli visibilmente oleosi, li espone ad un maggiore rischio di caduta e determina un prurito costante ed estremamente fastidioso).

La forfora (sia secca che grassa) può essere ulteriormente classificata come fisiologica, occasionale o patologica.
Nel primo caso, la desquamazione dell’epidermide nel suo strato più superficiale si manifesta come fenomeno completamente naturale, eventualmente incoraggiato da alcuni fattori come la secchezza dell’aria o l’aggressività dei prodotti di lavaggio.

La forfora occasionale è invece legata a condizioni del cuoio capelluto decisamente più complesse, determinate o dalla presenza di:

  • agenti patogeni (come il Pityrosporum di Malassez, o, più comunemente, Malassezia)
  • o dalla reiterazione da parte dell’individuo di comportamenti deleteri
  • l’impiego di shampoo esageratamente sgrassanti, che hanno l’effetto di impoverire il sebo del cuoio capelluto, lasciando l’epidermide sprovvista della propria protezione naturale ed esponendola a maggiori sfaldamenti;
  • il ricorso frequente a prodotti di lavaggio o di styling contenenti alte percentuali di alcool fortemente disidratanti;
  • o ancora l’eccessivo utilizzo di phon o di altre fonti di calore, che vanno scelte con cura.

A questo tipo di abitudini scorrette, possono aggiungersi azioni ancora più pericolose ed aggressive, come la continua sollecitazione del capello per tramite di spazzole, pettini o unghie, che, a lungo andare, può determinare nel cuoio capelluto piccole lesioni e infiammazioni, fino a vere e proprie escoriazioni, nei casi più gravi.

La forfora patologica si caratterizza per disgregazioni ancora più evidenti e del tutto anomale, e può portare alla perdita dei capelli e all’alterazione del normale ciclo di ricrescita degli stessi.

La forfora patologica è spesso il risultato di una combinazione di più cause sfavorevoli che incidono sullo stato di salute del soggetto (disturbi alimentari o circolatori; carenza, eccesso, o cattivo impiego di vitamine da parte dell’organismo; insufficienze epatiche), ulteriormente aggravate dall’insorgere di infezioni sottocutanee, capaci, talvolta, di dar luogo a persistenti sensazioni di dolore.

Forfora rimedi e trattamenti

E’ evidente che situazioni come quelle sopra descritte rendono necessari la ricerca e il ricorso a rimedi efficaci, capaci di debellare il problema o, almeno, di contenerlo.

Chiunque sia intenzionato a combattere il fenomeno della forfora deve infatti tenere a mente che il percorso di cura può richiedere tempi prolungati e soggezione a trattamenti periodici, senza necessariamente pervenire a soluzioni definitive.

L’individuazione del trattamento tricologico più adeguato non può prescindere da un’attenta analisi del capello, ma, in ogni caso, qualunque sia il rimedio applicato, esso deve puntare a stimolare l’autodifesa del cuoio capelluto e a ristabilire gli equilibri alterati, determinando il distacco dello strato squamoso, riducendo la sensazione di prurito e svolgendo un’azione antisettica nei confronti degli agenti batterici.

Prodotti pensati per te:

Bioscalin Energy Uomo

Bioscalin Energy Uomo 30 compresse

Molti uomini, anche in giovane età, soffrono di calvizie o di caduta capelli dovuta alle cause più svariate (stress, alimentazione ...
Leggi
Permanente mossa

Permanente mossa: si può fare anche in casa

Sono tante le donne che investono parte delle loro risorse per la cura dei capelli. La maggior parte, infatti, si ...
Leggi
Cheratina nei capelli

La cheratina nei capelli: perché è così importante

La cheratina è una componente fondamentale dei nostri capelli, così come delle unghie, dei peli e della pelle ...
Leggi
Colore dei capelli

Da cosa dipende il colore dei capelli? Composizione e minerali

Al contrario di quanto si possa pensare, nonostante il capello possieda una struttura molto sottile, è composto da diversi strati ...
Leggi
Uova e capelli

Cibi che fanno bene ai capelli: quante uova mangiare

Siamo quotidianamente aggrediti da miti e leggende sui poteri miracolosi di alcuni cibi. Ricette o rimedi più o meno veri ...
Leggi
Idratazione dei capelli

L’idratazione dei capelli: secchi, elastici o sfibrati?

I capelli secchi e sfibrati rappresentano un problema per molte persone e per capirne le cause, e quindi intervenire, bisogna ...
Leggi
Autofagia

Autofagia contro la calvizie: l’ultima scoperta scientifica

Grandi notizie per tutti coloro che soffrono di calvizie o alopecia precoce: la soluzione del futuro è l'autofagia cellulare, uno ...
Leggi
Casco laser capelli

Theradome LH80 PRO Casco Laser: stimola la ricrescita dei capelli!

Il problema della calvizie risulta particolarmente diffuso al giorno d'oggi. Spesso si tende a credere che, una volta iniziato, il ...
Leggi
Tecnica FUE

Il trapianto capelli FUE: come funziona, costi e tecniche

A differenza delle modalità che si usavano in precedenza, la tecnica FUE si presenta come la più efficace, almeno a ...
Leggi
Condividi con i tuoi amici!
admin

Invia il messaggio

Sali